RIFACIMENTO DEL TETTO A BOLOGNA E PROVINCIA

RIFACIMENTO TETTO IN EDIFICI CIVILI E INDUSTRIALI

Il rifacimento del  tetto è sinonimo di garanzia di una copertura sicura dalle infiltrazioni di acqua che possono causare danni notevoli alle strutture interne, che siano esse in legno o in qualsiasi altro materiale.

Un tetto in buone condizioni assicura un buon isolamento termico all’edificio, limitandone lo spreco di energia e quindi un guadagno maggiore in termini di denaro.

Questa caratteristica è un vantaggio in ogni stagione dell’anno:

  • in inverno, un tetto isolato trattiene il calore prodotto dall’impianto di riscaldamento, diminuendo la dispersione termica;
  • in estate un tetto isolato consente al calore esterno di non entrare nell’ambiente interno mantenendo costante la temperatura nel locale.

Rifare il tetto significa fare un investimento a lungo termine che si ripagherà in termini di comfort e risparmio sulle spese di riscaldamento e raffrescamento.

TETTI ISOLATI PER UN MAGGIOR RISPARMIO ENERGETICO

Al rifacimento del tetto, noi di Bologna Ristrutturazioni abbiniamo un buon isolamento termico posato sotto la nuova copertura.

Esso andrà a migliorare le prestazioni energetiche di tutto l’edificio creando un miglior comfort e un abbassamento dei costi di riscaldamento e condizionamento.

La nostra esperienza ci ha permesso di trasformare mansarde gelide nei mesi freddi e impraticabili per l’eccessivo caldo nei mesi estivi, in confortevoli ambienti dopo una esperta posa di isolanti durante il rifacimento tetto.

COPERTURE DURATURE PER UN INVESTIMENTO A LUNGO TERMINE

Una parte dei nostri interventi viene effettuato su tetti che non hanno compiuto dieci anni perciò sappiamo quanto sia importante realizzare una copertura che duri a lungo nel tempo. Sia che si decida di posare una copertura metallica oppure di optare per una classica copertura in laterizio (tegole o coppi), è possibile realizzare tetti davvero stabili e duraturi, performanti e belli da vedere. Nella nostra esperienza professionale non abbiamo mai dovuto intervenire su una nostra copertura e vantiamo coperture che hanno raggiunto i vent’anni e si presentano tali e quali al giorno in cui sono state posate.

VUOI RIFARE IL TUO TETTO? ECCO GLI ELEMENTI DA CONSIDERARE

Per rifare un tetto è importante prendere in considerazione gli aspetti tecnici che hanno a che fare con obblighi “di legge”e funzionalità della copertura.

Esistono vincoli paesaggistici o delle belle arti sulla nostra costruzione?
È il primo paletto da rispettare nel rifacimento tetto. Se tali vincoli esistono dobbiamo rispettare le forme originali o iniziare una trattativa con gli enti preposti che può diventare lunga e laboriosa. L’Italia è un paese con paesaggi incantevoli e molti di questi sono tutelati dalla paesaggistica. Stesso discorso per le zone limitrofe ai centri storici. Difficile cambiare la tipologia della copertura in una borgata medioevale. Ma si può migliorare comunque tutto il pacchetto isolamento-impermeabilizzazione senza cambiarne i connotati.

Forma e pendenza delle falde del tetto

Dobbiamo pensare a come viene defluita l’acqua dalla copertura.

  • Se la pendenza è scarsa ( inferiore al 22/30%) dovremmo scartare coppi e tegole in quanto necessitano di una pendenza minima per garantire una tenuta dalla pioggia.
  • Se invece nel rifacimento tetto vorremmo mantenere coppi e tegole dovremo aumentare la pendenza della falda o assicurarci che ci siano altri sistemi che garantiscano la tenuta all’acqua della falda.
  • Se la pendenza è scarsa, e non si può o non conviene aumentarla allora è opportuno optare per coperture in metallo che garantiscono una buona tenuta alle infiltrazioni a partire dai 5° e, con alcuni accorgimenti, anche con pendenze minori.
  • Se la copertura è orizzontale ( tipo terrazza o coperta con guaina) ci troviamo di fronte ad una costruzione che potrebbe avere problemi per sempre, quindi in quel caso ove possibile noi creiamo pendenze e falde e torniamo a soluzioni tradizionali per controllare il deflusso delle acque.
Lattonerie e corpi emergenti

Le lattonerie (grondaie e lamierati di rifinitura ) in che stato sono? Sono da sostituire?

Se sono in buono stato e in metalli pregiati o durevoli come il rame, si possono conservare, altrimenti è necessario rifarle.

Esistono corpi emergenti dalla copertura (camini, lucernari, ecc.) che non sono più in uso? Se non vengono usati è meglio valutare se eliminarli perché sono i punti a rischio per le infiltrazioni principali.

COPERTURE IN LATERIZIO O IN METALLO?

Le due famiglie di coperture durature sono rappresentate dalle coperture in laterizio (tegole e coppi ) e dalle coperture in metallo; le soluzioni in materiale bituminoso, come le guaine, o sistemi affini, non hanno la stessa durata della altre due elencate sopra.

Le coperture in metallo esistono sia per realizzazioni industriali che per civili abitazioni e possono essere davvero molto belle oltre che funzionali: ne abbiamo realizzate diverse sia in pianura che in aree di montagna.

Con tutte e due le tipologie di copertura si possono raggiungere obiettivi di tenuta, isolamento termico e durata notevoli, e per alcune soluzioni si prevede un’assenza totale di manutenzione per decenni. Una grande differenza tra le coperture metalliche e quelle in laterizio è rappresentata dal peso.

I nostri tecnici possono aiutarvi nella giusta scelta che soddisfi sia il lato estetico che l’aspetto tecnico ed economico nel rifacimento della vostra copertura.