cucina in muratura

Come progettare una cucina in muratura

Pubblicato il Pubblicato in Guide

Condividi questa pagina

Rispetto a quelle componibili o compatte la cucina in muratura è una struttura fissa che va progettata con molta cura
 La cucina in muratura ben si sposa con uno stile country e rustico.

Come riporta un articolo de La Stampa, questo particolare tipo di cucina presenta aspetti positivi e negativi.

Rispetto alle cucine componibili e free-standing, la cucina in muratura è fissa e implica che non potrà essere spostata senza importanti lavori di manutenzione.

Di contro è totalmente personalizzabile, e dunque ideale per sfruttare spazi non convenzionali, nicchie, rientranze.

È dunque più originale di una cucina prefabbricata e la sua estetica può essere completamente disegnata dal committente e modulata secondo il suo gusto e le sue esigenze.

Nella realizzazione di una cucina in muratura, quindi, riveste un’importanza cruciale il progetto.

Considerato che le tubature dell’acqua e del gas, gli elettrodomestici a incasso, gli sportelli e le mensole, il piano cottura, sono tutti elementi che andranno inseriti dopo la costruzione della struttura, è infatti fondamentale che tutte le misure siano prese preventivamente, al millimetro, per non incorrere in brutte sorprese.

Il top e piano lavoro può essere realizzato in vari materiali, dal legno al marmo, dai nuovi ritrovati come l’okite e la resina alle soluzioni più semplici come il calcestruzzo armato rivestito di piastrelle.

Le pannellature invece potranno essere realizzate da un falegname su misura, del legno e della finitura preferita.